IMG_7796Lo striscione esposto sulla facciata dell'Oratorio

I ragazzi dell’Oratorio hanno voluto salutare don Luca con queste parole:

” Dice un canto: «Se tu lo vuoi, Signore, manda me, e il tuo nome annuncerò. Come Tu mi vuoi, io sarò. Dove Tu mi vuoi, io andrò».

Grazie Don Luca per averci testimoniato che queste non sono solo le belle parole di una canzone.

Perché, prima la tua chiamata improvvisa da San Martino a Novellara, e poi la missione in Madagascar, hanno trovato in te l’umiltà e il coraggio di un grande SI’.

Già il tuo arrivo tra noi è stato frutto di una disponibilità generosa, che ti ha portato a lasciare la comunità di San Martino, che tanto amavi e che tanto forse avresti voluto continuare a guidare.

E poi, la missione in Madagascar. È stato davvero impegnativo accettare e comprendere il significato della tua partenza. E forse, non ci sarà mai chiaro del tutto.

Pensaci, sei stato tra noi poco più di un anno; ma talvolta, non è contando il tempo che si capisce quanto una persona possa lasciare il segno. In questi mesi, sono state tante le idee che hai avuto in mente, che ci raccontavi e su cui ci invitavi a riflettere.

Non siamo riusciti a realizzarle tutte! Solo per elencarne alcune, partirei dal progetto “Goccia di Speranza”, che ha portato in oratorio parecchi volontari per passare qualche ora in compagnia di bambini e ragazzi tra i più fragili.

Poi, gli incontri per i giovani, impostati sul Vangelo di Matteo.

Infine, tra i vari ricordi che tornano in mente, non possiamo dimenticare l’esperienza che ha coinvolto tutti i più giovani lo scorso capodanno a Roma, prima sulle orme di San Filippo Neri e poi in servizio alla comunità di sant’Egidio.

Sono tanti i motivi per cui ringraziarti:

Grazie don per averci testimoniato una fede viva, energica, illuminata e capace di trasmettere luce.

Grazie don per averci fatto conoscere la tua idea di Chiesa e di Oratorio: non sempre concorde con la nostra, ma è completandosi che nascono le proposte migliori.

Grazie ancora don per la tua testimonianza di giovane prete: il tuo carisma, la tua voglia di fare, la tua energia e il tuo modo di stare con noi ragazzi possano averci insegnato uno stile bello con cui continuare a stare insieme e a volerci bene.

Si dice che in Madagascar abbiano una concezione di tempo molto più dilatata della nostra: là nessuno ha fretta, nessuno corre, nessuno è in ritardo…

Proprio per questo ti immaginiamo già laggiù nel tentativo di contagiare anche il popolo malgascio con la tua vitalità trascinante. Possa la tua fede, con l’aiuto del Signore, illuminare la strada di chi ti incontrerà.

Ricordati di noi nel pensiero e nella preghiera. Noi ci impegniamo a fare altrettanto.

Grazie ancora di cuore, e ora più che mai: Buona Missione!”

Ecco alcuni scatti della veglia missionaria:


Da Manakara ci chiedono di contribuire alla costruzione degli edifici parrocchiali e di ricordare nella preghiera l’opera generosa dei nostri missionari.

Per informazioni:

Centro Missionario Diocesano, e-mail: missioni@cmdre.it, telefono: 0522.436840 (ore ufficio, chiedere di Roberto Soncini)

don Luca Fornaciari, e-mail: lucafcaesar@gmail.com

Per donazioni:

bonifico sul c/c. b. n° 43500 Banco Popolare sede di Reggio Emilia IBAN: IT17 D 05034 12800 0000 000 43500, a favore di Reggio Missioni Solidarietà ONLUS – causale: missione Manakara, don Luca

Parrocchia di Novellara