Abbiamo sognato di andare sulla luna e su Marte. Abbiamo immaginato di sconfiggere le malattie e le ingiustizie (e la morte). Abbiamo esplorato ogni angolo del cielo e della terra per appropriarci dell’infinito cosmico. Ma oggi è finalmente tutto chiaro. La profezia più autentica, l’ideale più audace, la rivoluzione più eroica sta nella normalità della vita quotidiana. Tutto ciò che è straordinario sa di scontato e di già visto e tutto ciò che è ordinario e banale sembra sorprendente!

È sorprendente che due persone si amino dopo decenni di vita insieme. Sembra incredibile che si stringano la mano nell’affrontare i passaggi difficili e traballanti dell’esistenza. Appare insolito che si perdonino dopo essersi feriti. Oggi la normalità è diventata profezia dirompente, annuncio di salvezza che scuote e rincuora, messaggio di speranza e di pace.
Nella festa della famiglia intendiamo soltanto celebrare questa normalità abitata dalla grazia di Dio e dall’impegno umano, la quotidianità che diventa spazio di incontro e di conforto, la fedeltà alle piccole cose che diventa autentico eroismo. Nel tempo in cui ciò che non abbaglia sembra avere nessun valore sentiamo il bisogno del gesto più semplice, quotidiano, fraterno: sederci a tavola e spezzare il pane. In Chiesa come nella vita.

Parrocchia di Novellara